Notizie

angle-left I giovani pazienti del Microcitemico di Cagliari diventano registi

I giovani pazienti del Microcitemico di Cagliari diventano registi

Il gruppo che ha preso parte al laboratorio (foto Punti di Vista)
Il gruppo che ha preso parte al laboratorio (foto Punti di Vista)

I giovani pazienti del reparto di Neuropsichiatria dell’Ospedale Pediatrico Microcitemico di Cagliari diventano registi e protagonisti di quattro film di 15 minuti, realizzati nell’ambito del laboratorio di filmaking ‘Il filo di Arianna’, che saranno proiettati in anteprima per il pubblico domenica 28 novembre 2021 alle ore 17.30 nella Sala Congressi della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Cittadella Universitaria di Monserrato.

Il progetto, patrocinato della Città Metropolitana di Cagliari e realizzato in collaborazione con il Dipartimento Scienze Biomediche dell’Università di Cagliari e con la Direzione dei Presidi San Michele e Antonio Cao, è nato da un’idea della neuropsichiatra Antonella Gagliano e del regista Massimo Guglielmi con l’intento di potenziare le capacità degli adolescenti con difficoltà psicopatologiche attraverso un percorso creativo cinematografico. Durante il corso di due settimane, tenuto a settembre negli spazi del Parco di Monte Claro messi a disposizione dalla Città Metropolitana, i ragazzi hanno avuto modo di cimentarsi nelle principali competenze di tutte le professionalità del cinema - sceneggiatura, regia, fotografia, suono, organizzazione della produzione e montaggio digitale – con l’obiettivo di realizzare un vero e proprio filmato.

“Si tratta di quattro brevi storie completamente ideate, scritte e realizzate sotto la mia supervisione da 18 ragazzi tra gli 11 e i 17 anni durante il laboratorio”, spiega Guglielmi, che ha diretto il corso.

“La Città Metropolitana persegue, tra le proprie finalità statutarie, anche quella di promuovere le condizioni più favorevoli allo sviluppo sociale e al benessere della collettività – sottolinea il direttore generale dell’ente Stefano Mameli – e continueremo a sostenere iniziative come questa, che si è rivelata estremamente utile ai fini terapeutici per questi piccoli pazienti”.

All’evento di domenica prenderà parte anche la presidente della commissione Pari Opportunità del Comune di Cagliari Stefania Loi.

L’iniziativa è stata portata avanti con il supporto della Casa di accoglienza Lions e delle associazioni Aifa Onlus, Spazio Asperger e Buona.


 


 

Menù di Navigazione