Pagamenti informatici - Descrizione

Pagamenti informatici

Dal 1° marzo obbligatorio PagoPA, il nuovo sistema per il pagamenti alla Pubblica Amministrazione

Art. 5 del Codice Amministrazione Digitale (CAD) di cui al D.Lgs n.82/2005
Art. 5 Comma 5 BIS, del Decreto crescita 2 di cui al D.L. n. 179/2012 come convertito in legge 221/212
D. lgs. 217/2017 e D. lgs. 179/2016

Dal 1° marzo 2021 la legge impone che tutti i pagamenti spettanti a qualsiasi titolo in favore della Pubblica Amministrazione, inclusi i micro pagamenti, debbano transitare in via esclusiva sul nodo PagoPA.

Per tanto tutti i pagamenti a favore della Città Metropolitana di Cagliari dovranno essere effettuati attraverso l'utilizzo esclusivo del sistema PagoPA.  

Il divieto di pubblicazione dell'IBAN non contrasta con quanto previsto dalla normativa in materia di trasparenza amministrativa (Docs.Italia.it/PagoPA 2.33 A33)

Per l’attuazione dell’obbligo di utilizzo del sistema pagoPA, al paragrafo 5 delle Linee Guida AGID è precisato che “per evitare che gli utenti possano eseguire dei bonifici non integrati con il Sistema pagoPA, è fatto divieto ai soggetti tenuti per legge all’adesione a pagoPA di pubblicare in qualsiasi modo l’IBAN di accredito”. Tale divieto, che non prevede eccezioni, decorre dalla data di pubblicazione delle Linee Guida (Gazzetta Ufficiale n. 152 del 3.7.2018) ed il relativo rispetto è ancora più cogente in quanto interessa sia le PA che i PSP in considerazione del divieto per i PSP dal 31 dicembre 2019 di eseguire operazioni extra Nodo. Il divieto di pubblicazione dell’IBAN, non è in contrasto con quanto stabilito in materia di trasparenza amministrativa, e precisamente con l’articolo 36 del D. lgs 14 marzo 2013, n. 33 ai sensi del quale “Le pubbliche amministrazioni pubblicano e specificano nelle richieste di pagamento i dati e le informazioni di cui all’articolo 5 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82”. Infatti, l’attuale articolo 5 del CAD, così come modificato dal D.Lgs. n. 179/2016 e successivamente corretto dal D.Lgs n. 217/2017 non stabilisce più l’obbligo di pubblicazione dell’IBAN da parte delle amministrazioni, ma si limita a stabilire l’utilizzo della piattaforma di cui al sistema pagoPA. Pertanto, l’articolo 36 già indicato, già dalla data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 179/2016, non deve essere più attuato con la pubblicazione dell’IBAN ma, al contrario, deve essere opportunamente coordinato con il vigente testo dell’articolo 5 del CAD. Proprio per tale ragione di coordinamento e per evitare il mancato utilizzo da parte dei cittadini pagatori del sistema pagoPA, l’AGID, al paragrafo 5 delle Linee Guida, ha puntualizzato il divieto già richiamato in merito alla pubblicazione dell’IBAN. 

 

Collegamento alla pagina PagoPA

 

 

Ultimo aggiornamento del 11/03/2021

Aggregatore Risorse