Indennizzi per i danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche

Indennizzi per i danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche

Ai sensi dell’art. 59 della Legge Regionale n. 23 del 1998,della L.R. n.4 del 11.04..2006, e del DGR 44/21 del 25.07.2016 le istruttorie per l’indennizzo dei danni causati dalla fauna selvatica (in particolare da quella protetta dall’attività venatoria) alle produzioni agricole, alla zootecnia e a tutte quelle opere e infrastrutture funzionali all’attività agricola, sono a carico:
- a) della Provincia qualora si siano verificati nelle oasi di protezione faunistica e di cattura, nelle zone temporanee di ripopolamento e cattura e nelle zone pubbliche per allevamento della selvaggina a scopo di studio e ripopolamento;
- b) dei rispettivi titolari, o degli organismi preposti alla gestione nelle aziende agrituristico venatorie e nelle zone di addestramento cani e per le gare degli stessi.
Pertanto, nel caso si siano verificati danni alle produzioni agricole, zootecniche e/o a tutte quelle opere e infrastrutture funzionali all’attività agricola in terreni ricompresi nel punto a), la domanda per il sopralluogo al fine dell’accertamento del danno deve essere inoltrata alla Città Metropolitana di Cagliari utilizzando gli apposi moduli, disponibili in questa pagina.
Le modalità per l’accertamento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica, prevedono che:
- la domanda di risarcimento debba essere trasmessa a questa Amministrazione entro e non oltre il quinto giorno dal momento in cui è stato rilevato il danno, al fine di consentire l’accertamento del danno in tempi brevi e comunque prima della raccolta del prodotto;
- il conduttore debba altresì astenersi da qualsiasi intervento di ripristino o raccolta del prodotto danneggiato prima del sopralluogo, pena l’archiviazione della domanda;
- in casi del tutto eccezionali, la Città Metropolitana di Cagliari potrà autorizzare la raccolta e/o il ripristino prima dell’accertamento del danno sul campo;
- il conduttore del fondo e/o infrastruttura danneggiata debba presentare domanda solamente dopo che il danno si sia effettivamente verificato;
- il richiedente debba facilitare l’espletamento del sopralluogo ed esibire i documenti eventualmente richiesti dal tecnico istruttore ritenuti utili alla valutazione del danno;
Requisiti soggettivi per la presentazione delle istanze:
1. L’indennizzo dei danni causati da fauna selvatica alle colture agricole e forestali, alle produzioni zootecniche e alle opere, è riservato a coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:
a. essere titolari di partita IVA nel settore agricolo;
b. essere regolarmente iscritti presso il registro delle imprese agricole della C.C.I.A.A;
c. essere proprietari/conduttori dei terreni in cui si sono verificati i danni;
d. essere in regola con l’aggiornamento del fascicolo aziendale SIAN ai sensi del DPR 530/1999.
Ambito e Modalità di Applicazione:
1. Gli indennizzi così stabiliti sono soggetti all’applicazione del Regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione (cd.“de minimis agricolo”), che stabilisce che l’importo complessivo degli aiuti "de minimis" concessi da uno Stato membro a un’impresa unica non può superare euro 15.000 nell’arco di tre esercizi finanziari;
2. Sono esclusi dall’indennizzo i danni che si verificano nei territori:
a. dei centri privati di riproduzione di fauna selvatica allo stato naturale, (art 29 commi 4-5 L.R. 23/98);
b. delle Aziende Faunistico - Venatorie, (art 32 L.R. 23/98);
c. delle Aziende Agri - Turistico - Venatorie, ( art 34 L.R. 23/98);
d. degli A.T.C. (art. 52 L.R.23/98);
e. delle Zone di Addestramento per i cani e per le gare degli stessi. (art. 38 L.R. 23/98);
f. dei Fondi Chiusi (art. 58 e art. 61 lettera s L.R. n° 23/98);
3. all’interno degli istituti sopracitati gli indennizzi sono a carico dei rispettivi titolari o degli organismi preposti alla gestione.
Normativa di Riferimento:
- Legge Regionale n. 23 del 29.07.1998, art.59
- DADA n°25/V del 27/08/2003
- Legge Regionale n.4 del 11.04..2006, art. 15
- Regolamento provinciale -indennizzi danni da fauna selvatica approvato con deliberan.55 del 4.12.2017
- DGR 44/21 del 25.07.2016

Per l’accoglimento della domanda occorre:
1) compilare in ogni sua parte il modulo di richiesta scaricabile in questa pagina;
2) allegare alla domanda tutta la documentazione elencata nel modulo di richiesta.

Responsabile
Dott. ssa Anna Cois
Tel. 0704092743 - Cell. 3398762871

email:Anna.cois@cittametropolitanacagliari.it
Dirigente
Dott. Nicola Carboni
Tel. 070409795 - Cell. 3398763343
email: Nicola.Carboni@cittametropolitanacagliari.it

Contatti

Ufficio protezione fauna selvatica
Dr.ssa Anna Cois
Via D. Cadello 9/b – CAGLIARI
Tel. 070 4092743 - Cell. 3398762871
email: Anna.Cois@cittametropolitanacagliari.it
P. Agr. Sergio Ligas
Via D. Cadello 9/b – CAGLIARI
Tel. 070 4092064 - Cell. 3398762505
email: Sergio.ligas@cittametropolitanacagliari.it
Sig. Nicola Locci
Telefono: 0704092746 – cell.3398762508
email: Nicola.Locci@cittametropolitanacagliari.it

Gli utenti che hanno presentato un’istanza possono ricevere informazioni sul relativo procedimento in corso chiamando i numeri dei contatti o scrivendo una mail agli indirizzi indicati.
Il termine fissato per la conclusione dei procedimenti e l’adozione dei relativi provvedimenti è di giorni 30 a partire dalla data di presentazione dell’istanza.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

  • Istanza di riesame al dirigente
  • Ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 gg. dalla notifica o dalla pubblicazione dell’atto impugnato o dalla sua conoscenza ai sensi della L. 104/2010
  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (in alternativa al ricorso al TAR) entro 120 gg. dalla notifica o dalla conoscenza del provvedimento, ai sensi del D.P.R. 1199/71

Il titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia da parte dell'ufficio è il Direttore Generale, ai sensi dell'art. 9 del Regolamento sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi
Dott. Stefano Mameli

Tel. 070 4092480 – 0704092498
email: Stefano.Mameli@cittametropolitanacagliari.it

Ultimo aggiornamento del 24/06/2020

Aggregatore Risorse