Aggregatore Risorse

La Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Città Metropolitana di Cagliari, Dott.ssa Donatella Olla, ha incontrato le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Cristoforo Colombo, nell’ambito del progetto “Una passeggiata all’interno della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza“.

La Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Città Metropolitana di Cagliari, Dott.ssa Donatella Olla, ha incontrato le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Cristoforo Colombo, nell’ambito del progetto “Una passeggiata all’interno della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza“.

La Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Città Metropolitana di Cagliari ha incontrato le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Cristoforo Colombo, giunti all’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado, nell’ambito del progetto “Una passeggiata all’interno della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza“.

L’incontro si è tenuto nel Palazzo Regio di Cagliari, nel quale le giovani e i giovani, accompagnati dai loro docenti, hanno potuto usufruire anche di una visita guidata delle belle sale, occasione di arricchimento culturale che è stata molto apprezzata dai partecipanti.

Tutti i giovani hanno esposto i loro elaborati sul tema proposto ed hanno approfondito gli argomenti, anche ponendo parecchie domande ed esprimendo la propria curiosità, sia sulla Convenzione, sia sulle funzioni della Garante. Il dialogo con la Dott.ssa Olla è stato stimolante e ricco di osservazioni. I temi più trattati e più sentiti sono stati la discriminazione, l’emarginazione e il disagio giovanile.

La Garante ha sottolineato, tra l’altro, che “La giornata del 3 dicembre è stata proclamata “Giornata internazionale delle persone con disabilità” con l’obiettivo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili. Questo momento deve quindi ricordarci l’importanza di valorizzare ogni individuo e di abbattere le barriere che limitano diritti imprescindibili, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire a tutti la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società. Costituisce inoltre un appuntamento strategico di portata internazionale per sensibilizzare tutti sui temi della dignità e sulla necessità di porre in essere i cambiamenti necessari al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità e di tutte le persone in generale”.

“Questi progetti – ha poi aggiunto la dott.ssa Olla – sono importanti perché diventano momenti di crescita, nei quali si ha l’opportunità di costruire il proprio sé, di educarsi alla partecipazione e alla legalità, oltre che rendersi parte attiva nel diffondere tra i coetanei la conoscenza della Carta Costituzionale e della Convenzione. Si tratta di progetti che vedono la formazione non come punto di arrivo, ma come punto di inizio, partendo dal riconoscimento di se stessi per attivare un comportamento culturale nuovo e costruttivo”.

La Garante, nel concludere l’incontro, ha manifestato il proprio apprezzamento alle ragazze e ai ragazzi per l’impegno profuso e per la partecipazione attiva, riconoscendo il loro lavoro attraverso la consegna di un attestato di partecipazione al progetto, accompagnato da una copia della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Ha inoltre ringraziato il corpo docente per la collaborazione partecipata e la sensibilità dimostrata verso temi fondamentali come quelli trattati.

Ultimo aggiornamento del 10/12/2018